Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘segnalibri’ Category

“L’orgoglio è un difetto assai comune. Da tutto quello che ho letto, sono convinta che è assai frequente; che la natura umana vi è facilmente incline e che sono pochi quelli che tra noi non provano un certo compiacimento a proposito di qualche qualità – reale o immaginaria – che suppongono di possedere. Vanità e orgoglio sono ben diversi tra loro, anche se queste due parole vengono spesso usate nello stesso senso. Una persona può essere orgogliosa senza essere vana. L’orgoglio si riferisce soprattutto a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi.”  (Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio)

“L’immaginazione di una donna è molto veloce; salta dall’ammirazione all’amore e dall’amore al matrimonio in un momento.”  (Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio)

“È una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo facoltoso debba sentire il bisogno di prendere moglie. Per questo, appena un tale uomo appare all’orizzonte, tutte le famiglie del vicinato lo considerano proprietà legittima delle loro figlie in età da marito.” (Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio)

Potrei scrivere citazioni per giorni: amo tutti i libri di Jane Austen ma in particolare Orgoglio e Pregiudizio! Non so che cosa darei per poterlo riassaporare ancora per la prima volta, provare quell’emozione che solo un libro che ami ti sa dare.  Quando stai leggendo un libro che ti affascina, questo entra a far parte della tua quotidianità: ci pensi tutto il giorno, cercando ogni possibile occasione per andare avanti nella lettura e, quando giunge l’ora di andare a dormire, i suoi personaggi animano i tuoi sogni. E’ bellissimo… è la magia della lettura!

Dedicato all’amore per Jane Austen e a quello per i libri in generale, è questo particolare segnalibro:

Lo schema è di The Sampler Girl.

Cito dal bellissimo sito “Un tè con Jane Austen”Coniato da George Saintsbury nel 1891, in un’introduzione a Pride and Prejudice, il termine Janeite si riferisce a coloro che sono animati da una devozione sentimentale ed acritica per Jane Austen nonché per tutti i personaggi dei suoi romanzi.

Dalla mia passione per i libri passiamo a quella per le rose, in particolare – dato il tema – per le rose inglesi di David Austin: stanca di cercarle invano nei vivai della zona, mi sono decisa ad acquistarle via internet e a farmele spedire via corriere. Non nascondo che, all’arrivo, mi avevano un po’ deluso e preoccupato nello stesso tempo: erano talmente stentate e provate dal viaggio che temevo morissero… e invece… eccole qui:

David Austin, The Generous Gardener

David Austin, Lady Emma Hamilton

David Austin, A Shropshire Lad

Per chi non le conoscesse, ecco una breve descrizione delle rose inglesi:

Si tratta di una categoria relativamente recente che ha fatto il suo esordio nel decennio degli anno ’70. Le varietà che seguono derivano da incroci compiuti dall’inglese David Austin. E’ il punto di incontro tra la sottile e romantica bellezza delle vecchie rose con la molteplicità dei colori delle piante più recenti. Sono famose per il sottile fascino e il profumo dei fiori. Le rose   sono di solito grandi o medie a forma di coppa e il fiore è composto da una molteplicità di piccoli petali nel centro che assomiglia molto alle vecchie rose  (centopetali). Molte di queste rose hanno un intenso e caratteristico profumo che cambia di fragranza in funzione del colore.

Anche per oggi è tutto… alla prossima!

Annunci

Read Full Post »